“Rottamazione Bis” delle cartelle di pagamento

Il recente DL 148/2017 ha reintrodotto la possibilità della definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione, prevedendo tre tipologie di intervento:
– la rottamazione dei ruoli affidati nei primi nove mesi del 2017;
– la riapertura dei termini per i contribuenti ammessi alla prima rottamazione ma che non hanno pagato le rate scadute al 02 Ottobre 2017;
– l’accesso alla definizione agevolata per i contribuenti non ammessi alla prima rottamazione.

La “rottamazione bis” ricalca sostanzialmente la precedente: con riferimento alla prima casistica le domande dovranno essere presentate entro il 15 maggio 2018 ed è previsto il pagamento fino ad un massimo di cinque rate.

I contribuenti invece che non erano stati ammessi nella prima rottamazione perché non in regola con il pagamento delle dilazioni precedentemente concordate, possono ora essere ammessi alla nuova definizione presentando istanza entro il 31 dicembre 2017. Coloro che infine sono stati ammessi alla prima definizione ma non hanno versato in tutto o in parte le rate di luglio e ottobre possono farlo entro il 30 novembre (con probabile proroga al 7 dicembre).
Con una modifica dell’ultim’ora sono stati infine ricompresi nella riapertura dei termini  quei contribuenti che, nonostante avessero i requisiti per accedere alla prima definizione agevolata, non lo hanno fatto; una loro esclusione sarebbe risultata in contraddizione con la finalità della norma, volta a sbloccare i debiti tributari fermi da anni e aumentati progressivamente di interessi e sanzioni.